Le zirconate (11 dic.) – La protesta ad orologeria

Viviamo in un periodo difficile, questo è poco ma sicuro. Studenti in piazza a protestare, parlamentari in piazza per vendersi al miglior offerente. Viviamo in un momento di caos, quale sarà la fine? Ma soprattutto, è tutto oro quello che luccica? Con questa frase intendo ricoprire un aspetto, secondo me, cruciale in materia giovanile: “il troppo stroppia, ma certe volte il troppo è degli stroppiati”. Intendo soffermarmi su un aspetto: quando si manifesta, chi organizza manifestazioni e occupazioni è veramente convinto di quello che fa? In quante parti d’Italia ci sono state manifestazioni? Quanti ragazzi scesi in piazza erano a conoscenza della riforma? Quanti erano convinti di ciò che facevano?! Quanti non sono andati a scuola in questi giorni? E quanti assenti a scuola erano nelle piazze? Guardiamo in faccia il vero problema del nostro paese, un problema forte che se si potesse racchiudere in due parole, affiderei la spiegazione del concetto a “indifferenza” e “ignoranza”.

Con questo articolo si avvia un progetto che spero, tempo permettendo, di riuscire a portare avanti: “Le Zirconate”.

“Le Zirconate” saranno un nuovo modo di esprimere idee, lo farò ogni settimana, lo farò tentando di dare un tocco di originalità al tutto. Sarà una sfida, sperando venga accolta.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Davide Montanaro

Posted by Davide Montanaro

Classe 1993. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” nel 2017, con una tesi in Diritto Costituzionale comparato sulla salvaguardia dei Diritti fondamentali e della Privacy nella Rete e la tutela dei Nativi Digitali. È stato tra i 16 vincitori tra Europa, Medio Oriente e Africa, nel 2017, della Google Policy Fellowship su Privacy e Cyber-security. Attualmente è praticante avvocato su Data Protection e Cyber-security. Segretario metropolitano dei Giovani Democratici Terra di Bari e membro della Direzione nazionale GD.