Perchè il blog

Perchè il blog, è doveroso spiegarlo, perchè fare questo articolo ora, dopo ormai 2 anni e più dalla nascita, non riesco a spiegarmelo neanche io. Sicuramente avrò già trattato un argomento del genere in qualche post preistorico, ma di certo è necessario ribadire un concetto, pressoché fondamentale: la libertà di esprimersi, di essere colorato e colorito politicamente, ci rende cittadini. Con quanto detto, non voglio assolutamente dire che chi non si schiera ne a destra, ne a sinistra e ne al “centro”, non possa essere definito cittadino, ma che il pensare porti, inevitabilmente, ad essere da una parte o dall’altra, è più che scontato.

Non scrivo mai di politica locale, in questo mio “cantuccio” sul web, eppure ne verrebbero tante di strane idee da proporre, ma come è giusto che sia, dove la realtà la tocchi con mano e la vivi ogni giorno, l’interesse si trasforma in impegno concreto sul territorio, assieme ad un gruppo formidabile, con menti lucidissime e brillanti, con cui condividere esperienze e lavoro, perciò poco è il tempo e pochi sono gli argomenti ancora da snocciolare con qualche frase e qualche immagine ad effetto.

Ma perchè il blog? Ancora non riesco a darmi una risposta netta. Forse voglio essere alla pari di altri esponenti della politica che riempiono l’etere di articoli ad opera di segreterie e personale addetto? O di chi vuole confrontarsi con la gente, anche attraverso il web, dove le parole restano lettere ferme, impresse nello schermo, dove il dibattito nasce con una tastiera e voglia di discutere?

Perchè il blog? Perchè le idee passano, corrono, ritornano e hanno tanto da raccontare e da proporre. Perchè elaborare concetti è il miglior allenamento per essere consapevoli della realtà e poter comprendere cosa realmente sia la buona politica, una politica che ha delle risposte per tutto, che riesce ad essere traduttore delle esigenze della gente e allo stesso tempo trasformarle in gesti concreti, diversi dal prendere impegni alla rinfusa per questioni elettorali.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Davide Montanaro

Posted by Davide Montanaro

Classe 1993. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” nel 2017, con una tesi in Diritto Costituzionale comparato sulla salvaguardia dei Diritti fondamentali e della Privacy nella Rete e la tutela dei Nativi Digitali. È stato tra i 16 vincitori tra Europa, Medio Oriente e Africa, nel 2017, della Google Policy Fellowship su Privacy e Cyber-security. Attualmente è praticante avvocato su Data Protection e Cyber-security. Segretario metropolitano dei Giovani Democratici Terra di Bari e membro della Direzione nazionale GD.