Un mafioso in Tv. Tutto normalmente italiano

A Virus, su Rai 2, il programma condotto da Nicola Porro, è stato ospite in studio Marcello Dell'Utri, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. Tutto normale. Ancora più normale che i giornali riportino sue citazioni sulla grazia presentata per Berlusconi al Quirinale.

A Virus, su Rai 2, il programma condotto da Nicola Porro, è stato ospite in studio Marcello Dell’Utri, condannato per concorso esterno in associazione mafiosa. Tutto normale. Ancora più normale che i giornali riportino sue citazioni sulla grazia presentata per Berlusconi al Quirinale.

Quando in un titolo di giornale c’è Quirinale e un nome di un mafioso che compongono una frase di senso compiuto, il problema è più che grave. Ma, in fondo, siamo in Italia e per il 60% delle volte discutiamo e ci tiriamo i capelli sulla cacciata di un condannato dal Senato, anziché parlare di lavoro ed economia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Davide Montanaro

Posted by Davide Montanaro

Classe 1993. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” nel 2017, con una tesi in Diritto Costituzionale comparato sulla salvaguardia dei Diritti fondamentali e della Privacy nella Rete e la tutela dei Nativi Digitali. È stato tra i 16 vincitori tra Europa, Medio Oriente e Africa, nel 2017, della Google Policy Fellowship su Privacy e Cyber-security. Attualmente è praticante avvocato su Data Protection e Cyber-security. Segretario metropolitano dei Giovani Democratici Terra di Bari e membro della Direzione nazionale GD.