Il sovraffollamento delle carceri è grave, cominciamo a risolverlo?

Renzi ha visitato il carcere di Padova, oggi. È importante che il Presidente del Consiglio visitati un luogo di detenzione per poter conoscere, in prima persona, le condizioni in cui riversano i detenuti e il personale che lavora all’interno dello stesso.

Diverse sono le soluzioni, alcune di queste, quelle più importanti e urgenti, le elenca Patrizio Gonnella, Presidente di Antigone, qui.

Io ci aggiungo che la legalizzazione della cannabis è un importante step per risolvere un problema così serio come quello del sovraffollamento.

Dalle oltre 250.000 persone finite in carcere tra il 2006 al 2014 (ovvero gli anni in cui è stata in vigore la legge Fini-Giovanardi). Dal fatto che tenere in carcere queste persone ci costi, ogni anno, oltre 1 miliardo di euro (un terzo del totale dell’intero sistema penitenziario italiano). Del fatto che gli arresti sono rimasti costanti in questi anni, segno che la repressione non è stato un incentivo ad abbandonare certi comportamenti (che fosse l’utilizzo personale di sostanze o lo spaccio).

Quello che vedete qui sopra è un piccolo trafiletto del report stilato dalla stessa associazione Antigone. Penso che parli chiaro e non ci sia altro da aggiungere.

Serve accelerare, la situazione è davvero difficile e i diritti umani non possono essere posti in secondo piano. Guardatelo con i vostri occhi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Davide Montanaro

Posted by Davide Montanaro

Classe 1993. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” nel 2017, con una tesi in Diritto Costituzionale comparato sulla salvaguardia dei Diritti fondamentali e della Privacy nella Rete e la tutela dei Nativi Digitali. È stato tra i 16 vincitori tra Europa, Medio Oriente e Africa, nel 2017, della Google Policy Fellowship su Privacy e Cyber-security. Attualmente è praticante avvocato su Data Protection e Cyber-security. Segretario metropolitano dei Giovani Democratici Terra di Bari e membro della Direzione nazionale GD.