Linfa vitale nei Palazzi di Città

Browse By

Ads.

Bello vedere tanti giovani, in tutto il Paese, entrare nei consigli comunali. Chi da consigliere e chi da sindaco.

Apriamole queste finestre dei Palazzi di Città!

Facciamo entrare l’entusiasmo! Il Consiglio comunale non deve essere un luogo esclusivo per pochi, ma chiunque abbia forza, tenacia e voglia di fare deve essere messo nelle condizioni di rappresentare la propria comunità.

Non è un messaggio contro gli “eterni” – a cui va tutto il nostro rispetto e la nostra stima se hanno servito con onore e rigore morale, come molti di coloro che conosco, perché la rottamazione, che qualcuno ha narrato in passato, non deve basarsi sull’età anagrafica o sulla permanenza in un ruolo, ma sulla qualità che a quel ruolo si offre – ma è un messaggio rivolto ai cittadini che hanno il potere supremo della scelta.
Scegliete sempre col cuore e non con la parentela o in cambio di qualche promessa spicciola.
Scegliete, invece, per la promessa più grande che vi si possa fare: onorare il proprio mandato con tutto l’amore verso la propria terra nel cuore.
Quando si sceglie in questo modo, le belle notizie arrivano e la Politica si rigenera.

È sempre un’emozione, quando dei ragazzi volenterosi, capaci e pieni di speranza vengono eletti in consiglio comunale.

Queste Elezioni hanno portato Antonella Vaccaro, giovane democratica di Bitonto, a sedere a Palazzo Gentile. Un’operaia della politica che sono certo saprà rappresentare degnamente la propria comunità con dedizione e spirito di servizio.

Guardo, anche, ai grandissimi risultati ottenuti da altri candidati dei Giovani Democratici in altri comuni, oltre a Bitonto, anche a Gravina, Giovinazzo e Castellana.

Ma anche fuori provincia, a Monte Sant’Angelo – dove Giovanni Vergura è stato travolto dalle preferenze, a San Ferdinando di Puglia – con l’elezione di Daniela Rondinone, a Martina Franca, a Tricase, a Taranto e, sono certo, ho dimenticato qualche altro comune in cui ci siamo stati e abbiamo portato entusiasmo e consenso.

Ed ora, pancia a terra e capofitto nel risolvere i problemi delle nostre comunità, guardando al futuro.

A tutti gli eletti del Partito Democratico e del centrosinistra, l’augurio mio e di tutti i GD Terra di Bari di un buon lavoro. In maggioranza o all’opposizione, la parola d’ordine della Politica è una sola: SERVIRE.

Auguri!