Menu

Senza coraggio alcuno

Loris Bertocco – rimasto totalmente paralizzato dal 1977, dopo un incidente stradale – ha deciso di procedere con l’eutanasia in Svizzera.
Ogni volta che un essere umano decide, con assoluta dignità, di scegliere questa via, c’è sempre chi sostiene la necessità dell’introduzione di una legge che provveda alla legalizzazione della pratica in Italia. Tra questi, c’è il sottoscritto.
Tuttavia, il pensiero costante che mi pervade è sempre lo stesso: se in questo Paese per approvare una legge sulla cittadinanza, quale lo Ius Soli, si fanno barricate di ogni tipo, ritenendola “pericolosa per il consenso”, pensare ad una classe politica coraggiosa e capace a tal punto da approvare una legge sul fine vita, mi getta nello sconforto.
Se fossi il leader della maggioranza di Governo, spenderei tutto il mio capitale politico per permettere questo passo di civiltà enorme.
Non sarei rieletto? Pazienza. Mi chiedo che senso abbia stare in Parlamento senza coraggio.
Ma, anche qui, a sbagliare sono io.