Niente bilancio, quest’anno.
 
La ragione è insita nella stessa natura dei “bilanci” come momenti successivi alla chiusura di qualcosa.
È vero, il 2018 è in chiusura, mancano poche ore, eppure di bilanci personali non ne ho, perché nulla è in chiusura.
È stato un anno pieno di sfide, di nuove pagine aperte ma nessuna di queste volge al termine.
E il mio primo anno totalmente vissuto lontano da casa. Ecco, questo sì. Il 2018 è stato il primo anno vissuto lontano dalla mia famiglia, a Roma.
 
Nessun augurio di circostanza. Non posso, di certo, sostituirmi a voi.
Ecco, l’unica cosa che auguro a tutti quanti noi è di ottenere la forza per impegnarsi e dare il massimo. Non esistono desideri veri capaci di essere realizzati senza il proprio impegno.
Ecco cosa auguro: l’impegno.
 
Impegniamoci tutti nel fare delle nostre vite ciò che abbiamo sognato da piccoli (e anche da più grandicelli).
Impegniamoci per rendere la nostra vita e quella di chi ci è accanto migliore.
Impegniamoci tutti per rendere sempre più sfocata l’immagine di una vita fatta di tanti NO e di paure. Le paure esistono solo nella nostra mente. Fuori c’è un mondo che aspetta di essere scoperto e vissuto.
 
Auguri a tutti.
Passate delle buone feste e che questo anno nuovo possa arrivare alle nostre porte ed essere accolto con un sorriso.
 
Davide
(Visited 29 times, 1 visits today)

Also published on Medium.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •