L’arte del fazzoletto

Dopo “Annozero”, trasmissione diretta da Michele Santoro, multata per un “vaffambicchiere” a 10 giorni di sospensione, quindi 2 puntate sospese, dopo “lo Zoo di 105”, trasmissione radio più seguita di “W Radio 2” di Fiorello, una delle migliori iniziative e punto di riferimento per un’informazione sempre più a pezzi, ora tocca alla Gabanelli.

Dopo l'”Operazione Antigua” da parte di Repubblica.it, nella quale si parla di un acquisto da parte di B. di un villaggio turistico, nell’isola dei Caraibi, l’avvocato Nicolò Ghedini (famiglia Adams), avverte la direzione RAI, in merito alla puntata di stasera di “REPORT”, nella quale la nota giornalista TV, spiegherà le radici di tale acquisto e di come si è evoluto l’affare che, sommato alle proprietà attuali del Premier, ammonterebbero a 20 milioni e rotti di €uro.

Tale discorso lo si estende ad un semplice avvenimento, di non vecchia data: fino a qualche settimana fa, in tutte le TV si parlava della casa di Montecarlo del Presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini, reduce di una battaglia interna del PDL, dove ha visto staccarsi un gruppo di senatori e deputati “finiani”, creando il nuovo partito “Futuro e Libertà per l’Italia”. Come mai, in quel periodo nessuno avvertiva la direzione RAI di non mandare in onda tali inchieste, poichè oggetto di diffamazione di una carica dello stato che, in base alla Costituzione Italiana, risulta essere superiore a quella del Presidente del Consiglio dei Ministri, attuale 4^ carica dello Stato, dove ricordiamo come 1^ il Presidente della Repubblica, 2^ il Presidente del Senato e 3^ il Presidente della Camera dei Deputati.

Come si evolverà la situazione? Aspettiamo con pazienza di accendere la TV sul terzo canale e vedere, nel suo vero ruolo, una giornalista libera e pronta a informare i cittadini di qualcosa che, in un modo o nell’altro, interessa l’opinione pubblica e la questione morale, alla faccia dei cassintegrati.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Davide Montanaro

Posted by Davide Montanaro

Classe 1993. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” nel 2017, con una tesi in Diritto Costituzionale comparato sulla salvaguardia dei Diritti fondamentali e della Privacy nella Rete e la tutela dei Nativi Digitali. È stato tra i 16 vincitori tra Europa, Medio Oriente e Africa, nel 2017, della Google Policy Fellowship su Privacy e Cyber-security. Attualmente è praticante avvocato su Data Protection e Cyber-security. Segretario metropolitano dei Giovani Democratici Terra di Bari e membro della Direzione nazionale GD.