Alta tensione

C’è un po’ di tensione ai seggi. Gente che va, gente che viene, c’è chi è nervoso per l’emozione del voto e chi perchè vede la propria poltrona scivolare via (e meno male).

Ieri sera sentii da un candidato consigliere di centrodestra che non gliene frega una mazza dei problemi sociali. In quel preciso istante ho realizzato quello che in questa campagna elettorale abbiamo sempre ribadito: non siamo tutti uguali. Certo, non serviva quell’episodio per capirlo, vi ricordo che c’è chi promette posti di lavoro e cui auguro di trovare sotto casa tutti coloro i quali hanno ricevuto questa promessa e che possano fargli pagare tutto lo schifo fino ad ora cosparso con la sua campagna elettorale all’insegna dell’illegalità, per tutta la Città. Violenze vietate, l’unico modo per assicurarlo alla giustizia è una bella denuncia per voto di scambio e qualche mesetto di galera lo farebbe rigare dritto (anche se ho i miei dubbi).

Dopo tutto questo, continuerò a raccontarvi queste ore importanti per Noci. Spero non ci siano problemi ai seggi, la Democrazia è troppo importante per essere al servizio di questi omini insulsi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •