Catalogna. Una chiave di lettura costituzionale.

Il referendum indipendentista della Catalogna è su tutti i quotidiani europei e non solo. Oltre all’alto valore storico e politico che questa tendenza indipendentista della regione spagnola ha, il tutto viene accentuato dagli scontri in atto in queste ore, su tutto il territorio catalano. La Guardia Civil ha avviato, su ordine del Governo centrale, il… Leggi tutto Catalogna. Una chiave di lettura costituzionale.

“Perché Giurisprudenza? Ti facevo più da Scienze Politiche”

Perché Giurisprudenza? Ti facevo più da Scienze Politiche. Questa è stata la domanda che, in 5 anni, mi ha inseguito. La mia risposta, però, è sempre la stessa. Perché amo il Diritto e tutto ciò che ne scaturisce. Pensare che proprio la Legge ci contraddistingue dagli altri animali è qualcosa di affascinante. Parlo del Diritto… Leggi tutto “Perché Giurisprudenza? Ti facevo più da Scienze Politiche”

La Costituzione vale anche per Riina. Si chiama “stato di diritto”.

Nel nostro ordinamento, la pena ha la funzione di “riabilitare” e non di “farla pagare” al reo. Detto questo, che la Cassazione abbia accolto l’istanza del difensore di Totò Riina nel riesaminare la richiesta di scarcerazione per gravi motivi di salute, non mi stupisce. Anzi, mi avrebbe stupito (amaramente, aggiungo) il contrario. Perché, e sia… Leggi tutto La Costituzione vale anche per Riina. Si chiama “stato di diritto”.

Approvata la legge sulla protezione dei minori stranieri non accompagnati, una chiave di lettura

È Legge dello Stato la proposta che mira alla protezione e tutela dei minori stranieri non accompagnati. Su Gli Stati Generali, oggi, una mia chiave di lettura ad un provvedimento che profuma di civiltà. Di seguito, il testo integrale. La Camera ha approvato, in via definitiva, la proposta di legge n.1658-B, concernente le misure di protezione di… Leggi tutto Approvata la legge sulla protezione dei minori stranieri non accompagnati, una chiave di lettura

E quindi il TAR Lazio si è pronunciato sul quesito, senza colpi di scena

Che il TAR del Lazio rigettasse il ricorso sul quesito referendario, a mio modesto parere, era cosa scontata, vista la natura dell’oggetto del ricorso che esula dalla Giustizia amministrativa. Fin qui nulla di sbagliato, se non fosse che alcuni sostenitori del Sì, oggi, hanno cominciato ad utilizzare tale ovvietà come elemento per la campagna elettorale,… Leggi tutto E quindi il TAR Lazio si è pronunciato sul quesito, senza colpi di scena

Cassazione: offesa su Facebook è reato

Ieri è stata depositata la sentenza n. 24431/15 della Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione, a mio avviso, molto importante. L’offesa sui social network (in questo caso Facebook) è equiparabile all’offesa a mezzo stampa (che si chiami ingiuria o diffamazione, sta al caso di specie). Una sentenza in controtendenza rispetto all’obiettivo che il Parlamento si è… Leggi tutto Cassazione: offesa su Facebook è reato

Cybersecurity: o la sicurezza o la privacy

Dopo i cyber-attacchi ai server della Sony Pictures, da parte di un gruppo di hacker nordcoreani – come risposta alla pubblicazione della commedia hollywoodiana sul dittatore della Corea del Nord – Barack Obama e l’amministrazione federale non ci stanno e l’obiettivo da raggiungere è quello di incrementare le misure di sicurezza sulla rete. Il presidente Obama, durante… Leggi tutto Cybersecurity: o la sicurezza o la privacy

Siamo agli albori del Web 3.0?

Due sentenze, di aprile e maggio scorso, hanno aperto un varco nella Rete, dalla quale potrebbero entrare i diritti umani che, nel libero mondo virtuale, non vengono rispettati. Dalla staticità del Web 1.0, alla dinamicità del Web 2.0, ora passeremo alla costituzionalità del Web 3.0? Come tutti voi sapreste, in questo momento ci troviamo nel Web… Leggi tutto Siamo agli albori del Web 3.0?