Nessun “Je suis Charlie” con la satira che augura la morte

No. Sta volta “Charlie” rimane al suo posto. Non è accettabile una vignetta che più che di satira sa di auguri disgustosi.

Charlie Hebdo si scagliava contro i fondamentalismi, contro le religioni, contro la violenza. Accostare la sofferenza di centinaia di persone, dovuta al terremoto, alla contrapposizione politica, no! Non mi troverà mai dalla sua parte.

14915323_1275764685796407_1788636445010581392_n

(Visited 55 times, 1 visits today)

Rispondi

Up Next:

Questo è un regime! Non le vostre seghe mentali!

Questo è un regime! Non le vostre seghe mentali!