Il deserto digitale delle emozioni

ebook-libri-tablet_706x578

Sono un fervido sostenitore della tecnologia, coerentemente con il mio status di nativo digitale, ma sostengo altrettanto fervidamente che i libri che segnano la nostra anima, che temprano il nostro carattere, meritino un posto speciale, non soltanto nel cuore, ma anche nel luogo in cui viviamo la nostra vita.
La bellezza di poter toccare le pagine di un bellissimo romanzo, di un grande saggio, di una emozionante raccolta di poesie, non ha paragoni.
Gli ebook ci stanno allontanando da queste emozioni, lasciando alle nostre spalle un deserto digitale che presto ci farà del male.

Voi cosa ne pensate?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Davide Montanaro

Posted by Davide Montanaro

Classe 1993. Laureato in Giurisprudenza all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” nel 2017, con una tesi in Diritto Costituzionale comparato sulla salvaguardia dei Diritti fondamentali e della Privacy nella Rete e la tutela dei Nativi Digitali. È stato tra i 16 vincitori tra Europa, Medio Oriente e Africa, nel 2017, della Google Policy Fellowship su Privacy e Cyber-security. Attualmente è praticante avvocato su Data Protection e Cyber-security. Segretario metropolitano dei Giovani Democratici Terra di Bari e membro della Direzione nazionale GD.